Blefaroplastica Napoli

La prima cosa che osserviamo di un volto è lo sguardo. Avere uno sguardo curato e giovanile è quindi un ottimo biglietto da visita

Il Dr. Raffaele Castaldo è annoverato tra i più esperti chirurghi italiani in interventi di blefaroplastica. . Con il termine blefaroplastica si fa riferimento alle tecniche chirurgiche di ripristino estetico e/o ringiovanimento dell’area peri-oculare e delle palpebre.
Guarda le foto PRIMA E DOPO l’intervento!*Esistono diverse tecniche per il ringiovanimento dell’area peri-oculare e in genere parleremo sempre di : lifting del sopracciglio, blefaroplastica superiore, blefaroplastica inferiore, cantopessi e mini-lifting del medio-facciale.

QUANDO EFFETTUARE UNA BLEFAROPLASTICA A NAPOLI
Con la senescenza e quindi l’avanzare dell’età è possibile notare modifiche dell’area palpebrale. Tali modifiche determinano inevitabilmente un aspetto del viso stanco e ciò si palesa con una esuberanza di cute presente sulla palpebra superiore o addirittura la comparsa delle cosiddette “borse” al di sotto degli occhi. Quando si manifestano tali modifiche, che ricordiamo, possono comparire anche in giovane età (spesso effettuiamo interventi su pazienti giovanissimi, anche 30enni!), un intervento chirurgico del genere, in mani esperte, è risolutivo e definitivo e conferisce allo sguardo un aspetto più “fresco”, ampio e giovane. Tra le tecniche di blefaroplastica annoveriamo anche interventi atti a modificare l’orientamento dell’occhio ed è in questi casi che si parla di intervento di cantopessi, un particolare intervento chirurgico che può essere eseguito singolarmente o anche associato ad altre procedure chirurgiche , come la blefaroplastica superiore e/o inferiore.

LA VISITA PER UNA BLEFAROPLASTICA
Durante la visita per una blefaroplastica a Napoli con il Dott. Raffaele Castaldo, i pazienti vengono tutti sottoposti ad una visita meticolosa per riscontrare qualsiasi anomalia che possa compromettere l’intervento e anche per consigliare la tecnica migliore al fine di eliminare uno o più dei seguenti inestetismi: 1. Eccesso di pelle palpebrale superiore; 2. Sguardo stanco e appesantito che intristisce il volto (il paziente riferisce stanchezza anche durante la lettura di un libro o quando è al pc); 3. Borse evidenti sotto gli occhi o rigonfiamenti della palpebra superiore antiestetici; 4. Forma degli occhi con aspetto cadente. Al termine della visita di valutazione della blefaroplastica da effettuare, il Dr. Raffaele Castaldo prescrive al paziente alcune analisi pre-operatorie, per essere certi del buono stato di salute al fine di sottoporre il paziente stesso all’intervento in massima sicurezza. Sara’ subito dopo questa fase che il Dott. Castaldo suggerirà al paziente la tecnica chirurgica più idonea per il miglioramento dello sguardo.

IL LIFTING DEL SOPRACCIGLIO
L’’invecchiamento della parte superiore del viso avviene di solito nello stesso periodo del resto del volto e quindi è possibile notare anche in questa zona una progressiva discesa delle strutture anatomiche verso il basso. La maggior parte dei nostri pazienti giunge in studio perché lamenta un eccesso di cute sulla palpebra superiore e un peso sull’occhio che conferisce stanchezza durante la lettura o mentre si lavora al computer. In questi casi, il chirurgo, valutando con attenzione il caso saprà comprendere che è necessario non solo agire sulla palpebra superiore, ma spesso anche intervenire sul sopracciglio offre risultati straordinari. Il lifting del sopracciglio è un intervento che può essere eseguito sia in anestesia locale che con una blanda sedazione, ma mai in anestesia generale.Si può pertanto effettuare in ambulatorio senza alcuna necessità di ricovero in clinica. Esistono due tecniche per effettuare il lifting del sopracciglio: il lifting diretto ed il lifting indiretto. Con il lifting diretto del sopracciglio si asporta chirurgicamente una ellisse di cute adiacente all’attaccatura del sopracciglio, facendo “capitare” la cicatrice proprio al margine con i bulbi piliferi in modo da renderla invisibile. La tecnica indiretta consiste invece in un’ incisione nel capillizio (proprio all’interno del cuoio capelluto) e si può associare, come molto spesso avviene, ad un mini-lifting temporale.

LA BLEFAROPLASTICA SUPERIORE
La blefaroplastica superiore ha lo scopo di rimuovere totalmente l’eccesso di cute lungo la palpebra superiore e, l’addove vi sia necessità, di eliminare contestualmente le borse di grasso presenti in questa regione che, come di frequente accade, danno un aspetto “gonfio” e “stanco”. Rispetto al passato si è poi capito che l’asportazione aggressiva delle borse adipose, invece di donare freschezza allo sguardo, può al contrario dare uno sguardo più “vecchio” proprio perché, nell’immaginario collettivo si presuppone che l’aspetto della palpebra superiore debba essere pieno e teso e quindi non scavato come le persone anziane. L’intervento dura, in media, circa 20-25 minuti per lato, e può essere eseguito sia in anestesia locale che con una leggerissima sedazione anestesiologica. Subito dopo l’intervento viene applicata una sutura continua (o a punti staccati) che verrà rimossa in quinta giornata. L’incisione al di sopra della palpebra superiore non lascerà esiti e la cicatrizzazione sarà totalmente invisibile nel giro di un paio di mesi.

LA BLEFAROPLASTICA INFERIORE
Anche l’intervento chirurgico di blefaroplastica inferiore, al pari della superiore, ha lo scopo di conferire un aspetto meno stanco alla palpebra inferiore e quindi a tutto il compartimento medio-facciale. Con l’avanzare dell’età si assiste inevitabilmente alla comparsa di un solco vero e proprio nella zona sub-oculare conferendo un aspetto piu “anziano”. Quando a questa condizione si associa anche la presenza di borse sotto-palpebrali, è possibile, quando queste borse non sono molto marcate, migliorare l’aspetto semplicemente infiltrando un filler a base di idrossiapatite di calcio (Radiesse®), ottimo riempitivo in questi casi selezionati, oppure degli appositi filler a base di acido ialuronico (Teosyal® della Teoxane®, Volift® o Volbella® dell’Allergan®) riducendo o eliminando del tutto questo antiestetico solco tra palpebra inferiore e guancia. Quando invece le borse palpebrali sono più marcate e voluminose, sarà sempre corretto intervenire chirurgicamente per il rimodellamento o il riposizionamento delle stesse. L’accesso alle borse palpebrali può avvenire sia in modo indiretto accedendo attraverso la congiuntiva (ovvero all’interno della congiuntiva dell’occhio, senza lasciare cicatrici esterne e senza bisogno di suture), oppure tramite un approccio sub-ciliare (cioè con una piccola incisione subito al di sotto delle ciglia inferiori); quest’ultimo approccio si utilizza, in verità, soprattutto quando è vi è un cospicuo eccesso di cute lungo la palpebra inferiore. La blefaroplastica inferiore può essere eseguita ambulatorialmente, con blanda sedazione anestesiologica (mai in anestesia generale con un tempo chirurgico di circa un’ora. Al termine dell’intervento si apporranno delle suture sottilissime che andranno rimosse tassativamente entro la quinta giornata post-operatoria. Il ritorno alla vita di relazione e quasi sempre immediata anche se comunque sono da evitare sforzi e attività sportive per le prime settimane.

CANTOPESSI
La cantopessi è una tecnica chirurgica che determina la modifica dell’orientamento dell’occhio. Il chirurgo lavora in questo caso sulla parte laterale dell’occhio che può essere spostata leggermente e con parsimonia verso l’alto (un eccessivo spostamento infatti renderebbe lo sguardo simile ad un alieno), simulando il trucco che generalmente viene applicato dalle donne anche per allungare la rima oculare. Le cantopessi vanno distinte in statiche e dinamiche; le statiche si effettuano per avere un’orientalizzazione permanente dell’occhio, le dinamiche si eseguono quando si vuol creare una fionda muscolare che compensa di fatto l’ectropion senile, cioè quel tipico aspetto tondo dell’occhio. Ad onor di cronaca c’è da dire che la cantopessi dinamica è praticamente una procedura quasi obbligatoria da associare alla blefaroplastica inferiore quando vogliamo donare al paziente un’aspetto armonico e naturale.

MINI-LIFTING DEL MEDIO FACCIALE
Col termine mini-lifting medio facciale ci si riferisce ad una blefaroplastica inferiore che si estende verso il basso, cioè verso la zona della guancia. La cute viene praticamente liberata tramite un approccio sotto-ciliare (si puo’ anche associare un’incisione dall’interno del cavo orale), viene poi riposizionata e fissata verso l’alto; in questo caso, avremo un ringiovanimento più omogeneo del III medio del volto con un effetto davvero straordinario. E’ un intervento che si esegue in sedazione anestesiologica, senza necessità di ricovero ma che richiede una durata di circa 90-100 minuti per la maggiore indaginosità rispetto alla classica blefaroplastica.

IL GIORNO DELL’INTERVENTO
Il giorno dell’intervento di blefaroplastica a Napoli con il Dr. Raffaele Castaldo, il paziente deve presentarsi in clinica a digiuno dalla sera precedente, dovrà indossare un abbigliamento comodo che si possa agevolmente rimuovere senza toccare la medicazione oculare post intervento (maglioni con zip, felpe con zip ecc..). La degenza verrà trascorsa al domicilio infatti il paziente viene dimesso dopo poche ore dall’intervento e si consiglia di evitare una posizione completamente sdraiata per almeno 3 giorni post operatori,magari aggiungendo due cuscini sotto il capo durante la notte, per una minore durata del gonfiore.

DURATA DELLA DEGENZA
La degenza per tutti gli interventi estetici del volto non richiede una lunga degenza, tuttavia è frequente riscontrare la comparsa di lividi intorno agli occhi (per questo l’utilizzo di occhiali da sole scuri è consigliato per i primi giorni), che possono persistere per 7-15 giorni dopo l’intervento.

POSSIBILI COMPLICANZE
La blefaroplastica è uno degli interventi più complessi da eseguire nel distretto del volto e deve essere effettuato solo da chirurghi esperti in questo tipo di procedure chirurgiche. Le complicanze più gravi di una blefaroplastica, possono essere le lesioni dell’occhio e delle sue strutture annesse. E’ ovvio che un chirurgo esperto è in grado di prevenire tali complicanze rendendo questo tipo di intervento quanto più agevole e rilassante possibile.
*I risultati sono soggettivi e possono variare da persona a persona

Prima e Dopo L'Intervento

shadow
shadow
shadow
shadow
shadow

Contatta subito il
Dr. Raffaele Castaldo!

Richiedi Informazioni o Prenota una Visita

Accetto i termini della privacy del sito.

Ultimi Post Dal Blog